Ace in sala stampa

Scritto da: -

Caroline-Wozniacki.jpg
«Dite che le mie conferenze stampa sono noiose perché do sempre le stesse risposte.
E allora provate a non farmi le stesse domande.
»

Caroline Wozniacki, tennista

Dopo il 6-4 6-3 rifilato alla Cibulkova nel corso degli Australian Open, Caroline Wonziachi si presenta in sala stampa più scatenata che mai. E così al solito palleggio di domande-risposte, reputato noioso dai signori giornalisti, rifila un bellissimo ace che rimarrà, certamente, negli annali del giornalismo sportivo.

Vi annoio? E allora accorciamo l’agonia“, deve essersi detta. “Stavolta parto direttamente dalle risposte: in campo mi sono sentita bene, penso di aver giocato un gran bel match, merito di essere numero 1, non avverto nessuna pressione, sono contenta. Ora potete farmi qualche domanda più interessante del solito“.

Evidentemente ai poveri giornalisti ammutoliti non è venuto molto da chiedere, perché la Wozniachi ha aggiunto un telegrafico: “Spero che Dalglish dia nuova energia al Liverpool; non ho un fidanzato; lo vorrei onesto, che capisca quello che faccio, magari un atleta, qui dentro … a Murray non chiederei se quest’anno vincerà uno slam, ma di Playstation e calcio; ero brava a suonare il pianoforte, l’ho abbandonato a 13 anni, ma con papà ho scommesso che posso riprenderlo quando voglio“.

Contenti?! Io sì, tantissimo! Una delle lezioni di comunicazioni più belle che abbia mai sentito. L’aggiungiamo alla rubrica Sportivamente, pensieri e parole nello sport.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!