Da Jackson ad Hallyday, tempi duri per i medici delle star

Scritto da: -

johnny-hallyday.jpg Dopo Conrad Murray, formalmente accusato della morte di Michael Jackson, suo illustre assistito, tocca ora a Stephane Delajoux subire le conseguenze di un rapporto medico-paziente tanto esclusivo con un personaggio famoso.

Delajoux è, infatti, il medico di Johnny Hallyday, ma sarebbe più esatto dire l'ex medico dopo le accuse di aver commesso gravi errori nel corso di un intervento sulla rockstar, che secondo riportavano ieri i quotidiani francesi, è stato aggredito l'altra notte a Parigi da due sconosciuti.

Pensare a un collegamento tra l'aggressione e le accuse che gli sono state rivolte è lecito ma in questa vicenda non c'è nulla di certo. Uno dei suoi legali, Hervé Temime, ha raccontato che Delajoux è stato raggiunto e aggredito per strada "da due individui incappucciati, in modo molto violento, ma senza armi", precisando poi che il chirurgo "non è stato però ricoverato".

In compenso pare sia rimasto molto scosso dall'episodio tanto assumere una guardia del corpo e fare richiesta ufficiale anche per una protezione da parte della polizia.

Dobbiamo credergli?

Delajoux è una figura piuttosto ambigua, amato dal jet-set tanto da essere definito "chirurgo delle star", ma coinvolto più volte in vicende giudiziarie con condanne e risarcimenti che gli sono valsi perfino una radiazione dall'ordine dei medici durata tre anni (?!!!).

Stephan-Delajoux.jpgSul suo sito, il neurochirugo 46enne si definisce "specialista della colonna vertebrale e dell'ernia del disco", e tra i suoi pazienti vanta nomi illustri che lo hanno fatto finire spesso sulle prime pagine dei giornali. Nel 2003 tentò di salvare Marie Trintignant, picchiata selvaggiamente dal marito Bertrand Cantat, cantante leader dei Noir desire, in un intervento da "ultima-spiaggia" e infatti non sopravvisse. Nel 2007 operò invece con successo Charlotte Gainsburg, per un'emorragia cerebrale dovuta ad una caduta di sci nautico. La stessa figlia di Hallyday e Nathalie Baye, Laura Smet, era stata sua paziente, ma evidentemente a lei andò bene se poi ha deciso di fidanzarsi con suo fratello, Julien Delajoux, e il padre si è affidato ancora a lui per il suo problema.

Non possono dire lo stesso la donna che nel 1998 è stata risarcita con 300 mila euro per un intervento di sciatica sbagliato da Delajoux e quella che nel 2004 è rimasta invalida al 25 per cento (altri 200 mila euro di risarcimento).
Errori medici a parte, il neurochirugo è poi finito diverse altre volte in tribunale per evasione fiscale, falso e truffa fino alla simulazione di un incidente d'auto per ottenere i soldi dell'assicurazione. Perfino l'Ordine dei medici lo considera "tipo ambiguo e poco raccomandabile", (ma non gli impedisce di esercitare!!!).

Capite quindi il dubbio che anche quest'aggressione sia tutta una messinscena. D'altra parte il piglio d'attore un po' ce l'ha. Giovane, belloccio e circondato da personaggi famosi che lo lanciano nel mondo del gossip. Per diversi anni è stato compagno di Isabelle Adjani: una relazione burrascosa con liti e scenate puntualmente seguite dai giornali. E poi flirt più o meno importanti e appunto processi, condanne, ecc. 

Per ora l'unico a soffrire veramente è Johnny Hallyday.
Il dramma di Hallyday. Intanto il cantante giace in un letto del Cedars-Sinai di Los Angeles dove è stato messo in coma farmacologico per ben due volte nel giro di 24 ore. I medici comunque sono ottimisti: "Vogliamo solo evitargli sofferenze e al tempo stesso somministrargli nel massimo agio il trattamento di cui ha bisogno", ha spiegato il capo dello staff medico che lo ha in cura.
Nessun commento invece sulle cause che lo hanno portato nuovamente in ospedale. I guai medici per la rockstar erano cominciati infatti questa estate, quando si era reso necessario un intervento chirurgico per un tumore al colon. Poi il 26 novembre era finito di nuovo sotto i ferri in una clinica francese per un'ernia del disco e proprio le conseguenze di questo intervento, criticatissimo dai medici americani, lo avrebbero costretto al nuovo ricovero d'urgenza a Los Angeles.
Pare che l'equipe medica abbia rilevato problemi enormi e forse lesioni al midollo spinale, per non parlare del fatto che al paziente non è stato messo il drenaggio né lo si è sottoposto ad adeguata osservazione consentendogli, anzi, di prendere un aereo e fare un volo di 12 ore!

Oltre a familiari ed entourage, migliaia di fan si sono stretti intorno ad Hallyday, che con i 100 milioni di album e 45 tour conclusi in tutto il mondo è considerato un po' come l'Elvis Presley francese, tanto che perfino il presidente Nicolas Sarkozy - a cui Hallyday aveva dato un grande sostegno nella campagna presidenziale del 2007 - è in costante contatto telefonico con il figlio della rockstar, David, per tenersi aggiornato sulle sue condizioni di salute. Nessun accenno però, nemmeno da parte sua, alle accuse rivolte a Delajoux.

A replicare finora ci ha pensato solo l'altro avvocato del medico, David Koubbi, il quale ha già ribadito che l'operazione all'ernia a cui il cantante fu sottoposto il 26 novembre scorso è stata svolta "correttamente" e l'esito delle analisi post-operatorie era del tutto "normale" e quindi compatibile con la richiesta di Hallyday di lasciare la clinica e partire subito per Los Angeles. Quanto al drenaggio Delajoux non l'ha ritenuto necessario perché "non c'era emorragia in atto".

Ora si tratterà di attendere l'evoluzione dello stato di salute del cantante per chiarire la reale presenza di lesioni e le eventuali responsabilità di Delajoux.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!